Jul 112016
 
Semplicemente desiderosi di cose spirituali

Lettura della Bhagavad-Gita 2.58-59 — New York, 27 aprile 1966 Quindi dobbiamo imparare questa cosa: come riuscire a vedere la bellezza della vita spirituale Poi, naturalmente, ci asterremo dalle attività materiali. Proprio come un bambino, un ragazzo. Tutto il giorno rischia di farsi male giocando, ma se gli viene dato un buon impegno … Ora […more]

Jul 112016
 
Forte nel corpo, forte nella mente, forte nella determinazione

Lettura dello Srimad Bhagavatan 7.6.5 — Toronto, 21 giugno 1976 Pradyumna: —Traduzione: “Pertanto, durante l’esistenza materiale , bhavam āśritah una persona pienamente competente a distinguere il giusto dall’errore, deve sforzarsi di raggiungere il più alto scopo della vita, fintanto che il corpo è robusto e forte, e non è ridotto alla fine”. Prabhupāda: tato yateta […more]

Jul 112016
 
Qui ci sono gli uomini ideali

Lettura dello Srimad Bhagavatan 7.6.4 — Toronto, 20 giugno 1976 Quindi dobbiamo condurre al sastra-vidhi; questo è il progresso reale della civiltà. Perché, vita dopo la vita, abbiamo dimenticato il nostro rapporto con Dio, e questa è l’unica possibilità: la forma umana con la quale possiamo rianimare il nostro rapporto con Dio. Nella Caitanya-caritamrita si […more]

Jul 112016
 
L'intera società ascolta da questi libri

Conversazione con il Professor Durckheim — 19 giugno 1974 Dr. PJ Saher: La prego di essere così gentile da chiarire ulteriormente la tecnica di… si canta il nome di Dio, la prego di essere così gentile da chiarire ulteriormente, in qualche modo particolare, o come avviene. .. (tedesco) cosa dovrebbe essere fatto in aggiunta a […more]

Jul 112016
 
Portare l'intera società umana fuori dalle tenebre

Lettura dello Srimad Bhagavatan 6.1.62 — Vrndavana, 29 agosto 1975 Nella Bhagavad-Gita è detto: param brahma param dhama pavitram paramam bhavan purusam śāśvatam adyam (BG 10.12) Krishna, è descritto come purusa, e gli esseri viventi sono descritti come prakrti. Apareyam itas tu viddhi me prakrtim parā jīva-bhūto mahā-bāho yayedam dhāryate jagat (BG 7.5) Krishna l’ha […more]

Jul 112016
 
Il controllo di Krishna. Questa è la vita di Vrindavana

Lettura dello Srimad Bhagavatan 6.1.52 — Detroit, 5 agosto 1975 Per la misericordia di Krishna, per la misericordia del guru, entrambi. Non cercate di ottenere la misericordia da uno solo. guru krsna krpāya pāya bhakti-latā-bīja. Per la misericordia del guru si ottiene Krishna. krishna sei tomāra krishna dite pāro. Avvicinare un guru significa solamente: implorare […more]

Jul 112016
 
Incrementare il distacco da questa vita materiale

Lettura dello Srimad Bhagavatan 7.6.11-13 — New Vrindaban, 27 giugno 1976 Se seguiamo questi principi del bhakti-marga non abbiamo bisogno di sforzarci separatamente di come diventare distaccati. Il distacco segue automaticamente. vāsudeve bhagavati bhakti-yogah prayojitah janayati asu vairagyam (SB 1.2.7) vairagyam significa distacco. Il bhakti-yoga è anche conosciuto come vairāgya. vairāgya. Sarvabhauma Bhattacarya scrisse versi […more]

Jul 092016
 
Tenere i devoti lontani dai tre guna

Lettura dello Srimad Bhagavatan 6.1.46 — San Diego,27 luglio 1975 Non potete modificare la legge della natura. Lotta per l’esistenza. Stiamo cercando di conquistare oltre le leggi della natura. Questo non è possibile. daivī hy esa gunamayī mama māyā duratyayā (BG 7.14) Quindi questo soggetto è materiale di studio. Perché tutti sono infelici e felici […more]

Jul 092016
 
La soluzione ultima a tutti i problemi della vita

Lettura dello Srimad Bhagavatan 2.3.17 — Los Angeles, 12 luglio 1969 Visnujana: Prabhupada, hai descritto il Signore come la causa, la causa originaria. e dato che nessuno conosce il Signore, come è possibile per le persone conoscere come vengono controllate? Come possono sapere come vengono controllati dal momento che nessuno conosce Krishna e che Lui […more]

Jul 092016
 
Rimanete sempre in piena luce

Lettura dello Srimad Bhagavatan 2.8.7 — Los Angeles, 10 febbraio 1975 Quindi questa ignoranza sta continuando. Pertanto per un futuro orientamento, Pariksit Maharaja fece questa domanda: “Come l’essere vivente ha ottenuto questo corpo, corpo materiale? Automaticamente, senza alcuna causa, o con causa?” Ma è con causa … Sarà spiegato. Non è … Quando la causa […more]